Mese: Ottobre 2018

Settimana poco proficua

Come da titolo … Risultati settimanali, fatta eccezione per la formazione composta dalle ragazze della prima divisione, poco emozionanti.

Non ci resta che incoraggiare le nostre ragazze, a cui i numeri per fare meglio certo non mancano.

Forza Pallavolo Cavenago …

 

Bollettino settimanale …

Dopo le partite di ieri in cui le nostre ragazze dell’Under 14 (se ne parla qui) e dell’Under 13 (se ne parla qui) hanno dato spettacolo nella nostra palestra, oggi è stata la volta dell’Under 16 e dell’Under 18. Questa settimana abbiamo giocato tutti gli incontri in casa … decisamente comodo 😀

L’under 18 sta crescendo e sta lavorando sempre meglio. Sono una bella squadra, giocano insieme solo da due mesi e il 70% delle giocatrici è rappresentato da nuovi innesti, tutte ragazze di giovanissima età.

Promettono di crescere molto, perché tecnicamente sono un bel gruppo, e in campo mostrano performance costanti ed interessanti.

La prima vittoria arriverà, ma bisogna iniziare a credere che non ci manca nulla rispetto alle altre squadre!

Bisogna lavorare sulla grinta e sul carattere, ma io sono fiduciosa perché rispondono sempre bene alle richieste.

Queste le parole dell’allenatrice A. Gatto, entusiasta delle loro prime due performance.

Il fatto che la prima divisione possa pescare in questo vivaio alla bisogna, del resto, la dice lunga, vuol dire molto!

Oggi hanno perso 3-1 contro le ragazze del New Volley Adda, ma non è stata affatto una partita sgradevole, non abbiamo proprio nulla da recriminare sull’impegno e sulla costanza in campo delle nostre giocatrici.

Poco da dire, invece, in merito alla partita contro le ragazze della PSD Cambiaghese, che ci hanno strappato un 3-0 senza darci grossi spazi di manovra!

Un po’ “spentine” quest’oggi le nostre giocatrici, spesso fuori tempo, fuori posizione. Una sconfitta meritata, null’altro da dire se non “rimbocchiamoci le maniche e ripartiamo da qui!”

 

Esordio per l’Under 13

Ieri si è tenuta la prima partita della nostra giovanissima Under 13, contro le ragazze dell’Inzago. Seppure il risultato possa apparire poco entusiasmante, con la sconfitta di 5 set a 0, dell’incontro di ieri pomeriggio da buttare via non c’è proprio niente: tutt’altro!

Le nostre giocatrici non si sono MAI abbattute, e vedendo che le avversarie erano una squadra ben consolidata già dall’anno scorso e con un gioco più preciso, hanno saputo cogliere l’occasione per vivere la partita come piacevole momento di crescita.

Le nostre 10 ragazze, di cui 5 ex Under 12 e 5 ex mini volley, al loro primo esordio in Under 13, hanno provato a fare del loro meglio, provando continuamente a migliorarsi, lo si è appurato dal punteggio, che è aumentato sempre rispetto al set precedente.

I piccoli, ma importanti, miglioramenti delle ragazze (schiacciate, difese di attacchi delle avversarie ben piazzati, primi schemi di gioco, etc) hanno rallegrato il loro animo, e questo fa ben sperare che si potrà solo migliorare, di partita in partita, punto dopo punto.

La strada è sicuramente quella giusta.

Lode a chi sa accettare la sconfitta come momento di crescita, lode al gruppo che la sa affrontare con il sorriso sulle labbra e con la voglia di mettersi in gioco, divertendosi (soprattutto divertendosi!).

Questo sono state, ieri, le nostre ragazze dell’Under 13: bravissime e sportivissime (oltre che, lasciatemelo dire, con le nuove divide … BELLISSIME !!!)

Che partita!

E’ già passata un ora dal termine dell’incontro tra la nostra formazione Under 14 e le ragazze della Polisportiva Sulbiate, ed ancora in palestra aleggia l’eco dell’entusiasmo, dell’emozione e della gioia delle nostre giocatrici e del pubblico: abbiamo vinto, anzi … hanno vinto, noi, fuori dal campo, abbiamo solo esultato.

Ma quello poco conta (non è vero, conta moltissimo!), la cosa che davvero ha colpito, da spettatore, è la grinta spesa in campo, attinta da TUTTE le nostre ragazze da un serbatoio che è sembrato essere inesauribile. Ce l’hanno messa tutta, le hanno giocate tutte, erano su ogni palla, e hanno strappato un meraviglioso 3-2.

Oggi in campo abbiamo visto una rara dimostrazione di quanto un bel gruppo conti più di qualche singolo fuoriclasse, sebbene dall’altra parte della rete ci fosse qualche giocatrice davvero di un altro livello, nulla hanno potuto contro le cavenaghesi che, in concerto, perfettamente accordate tra loro, hanno risposto picche!

Una squadra neo-formata, ma da subito un bel gruppo, che ha già mostrato cose interessanti nell’amichevole della scorsa settimana, e che oggi ha meritato, senza riserve, nella gara di esordio in campionato, il risultato migliore, quello in cui si vince!

Un applauso va di diritto anche all’allenatrice S. Fumagalli, supportata anche durante gli allenamenti dall’omnipresente Dirigente della squadra A. Laghezza, per essere riusciti a portare a livelli già molto competitivi questo gruppo di ragazzine in così poco tempo: un risultato davvero importante, per la squadra e per lo staff. Anche l’enorme cagnolone, pelucheosa mascotte della squadra, a un certo punto sembrava sorridere …

Dopo i primi due set giocati punto a punto, sull’1 a 1, le avversarie meritano e guadagnano il terzo parziale, passando in vantaggio, ma le nostre non ci stanno, e da li in poi è ancora più gioco, ancora più tenacia e per noi fuori dal campo ancora più emozione: gli equilibri in campo svaniscono, le nostre ragazze portano a casa il quarto parziale approfittando di un momento di calo delle avversarie e, ormai inevitabilmente, vincono con poca difficoltà anche il tie break, aggiudicandosi il match.

Inutile dire che l’Associazione esulta orgogliosa con loro!

Brave!

Sentirsi parte di una Associazione

Il fenomeno della spontanea organizzazione di più persone in gruppi o collettività per il raggiungimento di uno scopo comune è un fenomeno antico, quasi primordiale, ed ha conosciuto uno sviluppo sempre crescente (cit. Wikipedia).

Ai tempi d’oggi si parla di Associazione, e volendone definire il concetto, sempre andando a spulciare in Wikipedia, è evidenziabile il seguente tratto:

L’associazione ha base personale ed è costituita da almeno due persone che perseguano uno scopo comune legittimo, non essendo il patrimonio un elemento essenziale.

Scopo comune legittimo, assenza di lucro, condivisione di interessi, questi sono i concetti che se ne evincono.

Volendo fare qualche considerazione, rapportando le su scritte definizioni alla nostra realtà, ne esce una descrizione che non da adito a troppe interpretazioni: in pratica ci descrive, e parla di un gruppo di persone riunite da una passione e che si adoperano per il conseguimento di un risultato comune, che nel nostro caso è erogare un servizio alla comunità.

Mi trovo qui a scrivere questo articolo poichè non ho potuto fare a meno di cogliere un aspetto che mi impressiona favorevolmente.

Trovo, personalmente, che quando in un ambito associativo i fruitori principali del servizio diventano il servizio stesso … beh si è raggiunta la massima espressione di Associazione e condivisione di intenti!

E’ esattamente quello che sta succedendo nelle nostre palestre: alcune nostre giocatrici più grandicelle sono diventate parte dello staff e da qualche tempo offrono volontariamente assistenza all’allenatrice delle piccoline del minivolley. E’ una cosa bellissima, che rappresenta un grande indicatore di quanto stia dilagando lo spirito che ci ha uniti.

Bollettino settimanale …

La prima di campionato e’ un boccone amaro per le ragazze della prima divisione che dopo essere state avanti 2 set a 0 si fanno rimontare e sorpassare al quinto dalla formazione del Gessate.

Partite bene, seppur con qualche difficoltà, le ragazze si portano a casa i primi due set.
Inevitabile un calo di concentrazione nel terzo set che si rivela fatale. Pur restando sempre in partita le ragazze faticano e si vedono portare via la prima vittoria in campionato.

 

Nel campo delle ragazze dell’Under 16 e dell’Under 18 abbiamo probabilmente pagato lo scotto dell’esordio in un campionato FIPAV! Sebbene si è vista una splendida pallavolo e le partite, in tutti i set, si siano giocate punto a punto, siamo tornati a casa, in entrambe i casi, con una sconfitta per 3-1.

Poco male: le ragazze ci hanno sempre creduto e hanno sempre combattuto fino all’ultimo punto dando sempre e comunque il massimo, facendo vedere spesso delle belle cose e mostrando un gruppo forte e coeso, con queste premesse i risultati non tarderanno ad arrivare!

Nota di merito anche per le ragazze dell’Under 14, che nell’amichevole di giovedì hanno giocato proprio bene bene, aggiudicandosi un gratificante 3-0. Bravissime!

 

 

 

 

Associazione CARDIOPROTETTA? Fatto!

Dal 2013, Il decreto Balduzzi impone a tutte le società sportive dilettantistiche di dotarsi di defibrillatori semiautomatici, di allocarli in luoghi facilmente e velocemente raggiungibili e di formare un numero sufficiente di persone all’utilizzo in caso di emergenza medica.

Anche tra i nostri campi da gioco è presente un DAE (defibrillatore semiautomatico esterno), posto in una nicchia del corridoio tra le due palestre, ben visibile, ben manutenuto, ben segnalato.

Con il recente cambiamento di assetto dell’Associazione quel che è venuto a mancare sono gli utilizzatori formati e certificati: gran parte delle persone formate a suo tempo non frequenta più il nostro mondo, e si è pertanto reso necessario addestrarne di nuove.

E’ quel che è successo oggi, grazie all’evento formativo promosso da Brianza 3.0, una ONLUS molto attiva sul territorio nella promozione della prevenzione cardiovascolare.

Sette di noi, questo pomeriggio, hanno ottenuto la certificazione alla pratica delle manovre di rianimazione cradiopolmonare con l’ausilio di DAE.

 

Gli obblighi di legge prevedono che ad ogni incontro disputato la squadra ospitante garantisca la presenza di ALMENO una persona certificata, la nostra Associazione ha certificato due utilizzatori per squadra (l’unico modo che è parso sensato per garantirne sempre e comunque la presenza di almeno uno), scegliendo tra allenatori, dirigenti e membri del direttivo. Non si esclude che in futuro si possa certificare anche qualcun altro.

Il corso è durato 5 ore, è iniziato con un’introduzione teorica, avvalorata dalla proiezione di numerosi filmati esemplificativi, spesso associati a mini sezioni di addestramento alle tecniche pratiche con l’ausilio di manichini da rianimazione cardiopolmonare e di simulatori di defibrillatori semiautomatici; la sezione formativa si è chiusa con una lunga esercitazione pratica in cui i nostri “alunni” si sono addestrati alle manovre di RCP (Rianimazione Cardio polmonare) e all’utilizzo del defibrillatore semiautomatico.

Tutti i partecipanti hanno brillantemente superato il corso, raggiungendo gli obiettivi per la certificazione.

L’Associazione non può che congratularsi per la disponibilità, per l’impegno e per i risultati ottenuti, bravi!

Non da meno si sente in obbligo di ringraziare le istruttrici che con estrema competenza, simpatia e disponibilità hanno saputo trasmettere contenuti così ostici in un clima in cui tutti erano assolutamente a proprio agio.

E’ proprio il caso di dire … GRAZIE DI CUORE a Laura e a Monia.

L’Associazione cresce … un altro mattone è stato posato.

Calendari partite campionati PGS

Anche PGS sta completando la programmazione dei campionati, e ha finalmente pubblicato i calendari dei tornei che vedranno coinvolte le nostre ragazze dell’Under 13 e dell’Under 14.

Nelle pagine delle squadre interessate, e sopracitate, è stato inserito un collegamento diretto al sito PGS, più precisamente alla pagina del calendario del girone che ci riguarda.

Forza ragazze che chi ben inizia è a metà dell’opera !!!

Editoriale del Presidente – Ottobre 2018

Dopo un mese di attività iniziamo a raccogliere qualche risultato.
La prima divisione passa il turno come seconda classificata nel proprio girone con due vittorie e una sconfitta contro una squadra nettamente più forte che però si è dovuta impegnare al massimo per batterci.
Siamo partiti a fari spenti con la consapevolezza che eravamo un bel gruppo nonostante la diffidenza che avevamo attorno, ci avevano detto che i nuovi acquisti non erano all’altezza delle partenti, che avevamo preso un allenatore retrocesso, insomma che avremmo fatto molto peggio rispetto agli anni scorsi.
Tutto falso, i nuovi innesti sono grandissime giocatrici che si sono unite al gruppo già esistente, quello stesso gruppo che è rimasto perché ha creduto ad un progetto.
Il nuovo allenatore, si è rivelato tecnicamente molto preparato e soprattutto una persona capace di ascoltare le ragazze e trasformarle in una squadra che non si arrende mai.
Il risultato sportivo è sicuramente una piccola cosa, ma è il frutto di quello che ho potuto vedere in queste partite.
Una squadra grintosa che non molla mai, un gruppo stupendo che si mette in gioco e che cerca sempre di aiutare chi è in difficoltà.
Personalmente adoro vedervi giocare così, tanto quanto chiacchierare dopo la partita fino a farci cacciare come ieri sera.
Per tutto questo non posso che dirvi GRAZIE sperando che questo cammino iniziato (credo nel migliore dei modi) possa proseguire sempre così.
Adesso torniamo a viaggiare a fari spenti.

Maurizio

Il Week End delle amichevoli!

Questo Week End ha visto impegnate tre delle nostre squadre in altrettanti incontri amichevoli.

Si tratta di incontri non calendarizzati, il cui scopo non è pertanto vincere e far punteggio ma prepararsi meglio, affiatare la squadra, crescere insieme in vista del campionato.

All’esordio la nostra Under 13 ad Agrate, nonostante si tratti di una squadra ampiamente rimaneggiata, che ha visto titolari alcune giocatrici all’esordio assoluto perché provenienti dal Minivolley, ha fatto una gran bella figura.
Premesso che le ragazze hanno gareggiato contro una squadra molto più avanti di loro, sia come preparazione che come età e tecnica, non era certo importante il risultato finale ottenuto ma il fatto che in ogni set dei quattro disputati le ragazze hanno messo in campo il massimo impegno, migliorando di volta in volta il loro punteggio finale e il loro affiatamento.
C’è, ovviamente, molto da lavorare, ma sicuramente siamo sulla strada giusta, che sarà lunga ma promette di essere densa di future soddisfazioni.

Anche la nostra Terza divisione, che si è scontrata amichevolmente con una seconda divisione, ha fatto del proprio meglio: sebbene la differenza tecnica c’era per le nostre ragazze è stato un crescendo continuo, non hanno MAI “mollato”, dimostrando di avere carattere e di essere in campo non solo con il corpo ma anche con la testa, e riuscendo a strappare anche un set vinto sui cinque disputati.

Prima amichevole anche per la Under 16, anch’essa molto giovane e ancora poco affiatata. Dopo un inizio in cui le ragazze sembravano intimidite, quasi spaesate, sono piano piano riuscite a farsi spazio in campo e a trovare la determinazione necessaria.

Si sono visti dei gran bei set! Qualcuno perso, qualcuno vinto, ma poco conta: quel che invece importa è che le nostre giocatrici hanno i piedi ben piantati in campo, stanno imparando a conoscersi tra loro e a fare squadra, che poi è il vero scopo di queste partite.

Un plauso va anche agli allenatori: per l’impegno e l’innegabile competenza tecnica che in queste primissime fasi della stagione sono GIA’ riuscite a trasmettere alle nostre ragazze.

Siamo proprio sulla strada giusta ….