E’ già passata un ora dal termine dell’incontro tra la nostra formazione Under 14 e le ragazze della Polisportiva Sulbiate, ed ancora in palestra aleggia l’eco dell’entusiasmo, dell’emozione e della gioia delle nostre giocatrici e del pubblico: abbiamo vinto, anzi … hanno vinto, noi, fuori dal campo, abbiamo solo esultato.

Ma quello poco conta (non è vero, conta moltissimo!), la cosa che davvero ha colpito, da spettatore, è la grinta spesa in campo, attinta da TUTTE le nostre ragazze da un serbatoio che è sembrato essere inesauribile. Ce l’hanno messa tutta, le hanno giocate tutte, erano su ogni palla, e hanno strappato un meraviglioso 3-2.

Oggi in campo abbiamo visto una rara dimostrazione di quanto un bel gruppo conti più di qualche singolo fuoriclasse, sebbene dall’altra parte della rete ci fosse qualche giocatrice davvero di un altro livello, nulla hanno potuto contro le cavenaghesi che, in concerto, perfettamente accordate tra loro, hanno risposto picche!

Una squadra neo-formata, ma da subito un bel gruppo, che ha già mostrato cose interessanti nell’amichevole della scorsa settimana, e che oggi ha meritato, senza riserve, nella gara di esordio in campionato, il risultato migliore, quello in cui si vince!

Un applauso va di diritto anche all’allenatrice S. Fumagalli, supportata anche durante gli allenamenti dall’omnipresente Dirigente della squadra A. Laghezza, per essere riusciti a portare a livelli già molto competitivi questo gruppo di ragazzine in così poco tempo: un risultato davvero importante, per la squadra e per lo staff. Anche l’enorme cagnolone, pelucheosa mascotte della squadra, a un certo punto sembrava sorridere …

Dopo i primi due set giocati punto a punto, sull’1 a 1, le avversarie meritano e guadagnano il terzo parziale, passando in vantaggio, ma le nostre non ci stanno, e da li in poi è ancora più gioco, ancora più tenacia e per noi fuori dal campo ancora più emozione: gli equilibri in campo svaniscono, le nostre ragazze portano a casa il quarto parziale approfittando di un momento di calo delle avversarie e, ormai inevitabilmente, vincono con poca difficoltà anche il tie break, aggiudicandosi il match.

Inutile dire che l’Associazione esulta orgogliosa con loro!

Brave!